Si riaccende la tensione tra Usa e Cina anche a Taiwan – Analisi Difesa 17.04.2018

go to link Il 18 aprile la Cina terrà esercitazioni militari a fuoco nello Stretto di Taiwan. L’annuncio arriva dall’autorità per la sicurezza marittima della provincia costiera del Fujian che ha coinciso con le osservazioni sull’importanza del potere navale nelle esercitazioni del presidente Xi Jinping rilasciate dopo quelle appena conclusasi nel Mar Cinese Meridionale al largo delle coste della provincia di Hainan.

go here “La missione di costruire una marina militare potente non è mai stata così urgente”, ha detto Xi, in tenuta da combattimento, nel suo discorso tenuto sul ponte per l’atterraggio di elicotteri di uno dei più avanzati cacciatorpediniere cinesi.

http://whenwaterwaseverywhere.com/?x=viagra-in-canada I media statali hanno riferito che all’esercitazione ha partecipato una forza che comprendeva 48 navi, tra cui la portaerei cinese Liaoning, 76 elicotteri, caccia e bombardieri e più di 10.000 persone, il che la rende la più grande esercitazione dalla fondazione della Repubblica popolare cinese nel 1949.

viagra online us 1

click here Normalmente le esercitazioni annuali cinesi sono attentamente monitorate dalle potenze regionali e internazionali, che osservano con preoccupazione il crescente potere militare di Pechino. Le autorità del Fujian hanno comunicato che la prossima esercitazione, della durata di un solo giorno, si terrà mercoledì prossimo, nello Stretto di Taiwan.

http://whenwaterwaseverywhere.com/?x=real-viagra-online-usa Il Ministero della Difesa di Taiwan ha risposto che le esercitazioni sembrano essere parte di attività annuali programmate ma che avrebbero comunque monitorato da vicino la situazione e che comunque sono pienamente in grado di rispondere.

Buy generic clomid 50mg online Al tentativo del presidente americano Donald Trump di sostenere il governo indipendentista di Taiwan Pechino risponde in modo sempre più determinato. La Cina considera Taiwan, che si è separata durante la guerra civile cinese nel 1949, come proprio territorio e afferma che le parti devono, alla fine, essere riunite, anche con la forza, se necessario. Washington è il principale fornitore di equipaggiamenti militari stranieri all’isola-Stato che starebbe premendo su Washington per la fornitura di equipaggiamenti più avanzati. Il presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha promesso di aumentare le spese militari per difendere la sovranità dell’isola di fronte alla crescente determinazione della Cina nella regione.

Continua a leggere l’articolo di Elvio Rotondo su Analisi Difesa: http://www.analisidifesa.it/2018/04/si-riaccende-la-tensione-tra-usa-e-cina-anche-a-taiwan/

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *