La NATO aumenta la spesa per la difesa

Il Segretario generale Jens Stoltenberg, durante una conferenza stampa, ha dichiarato che la NATO intende aumentare, per quest’anno, la spesa per la difesa del 4,3 per cento. L’aumento è “la chiara dimostrazione che la nostra alleanza è unita a fronte di qualsiasi possibile aggressione”, ha detto Stoltenberg ai giornalisti presso la sede della NATO, il giorno prima della riunione dei ministri della Difesa della NATO. “Sono tre anni consecutivi che le spese per la difesa crescono. Ciò significa che negli ultimi tre anni, gli alleati europei e il Canada hanno speso quasi 46 miliardi di dollari in più per la difesa “. L’aumento – stimato per il 2017 – accrescerà la spesa militare dei membri della NATO non americani fino a circa 295 miliardi di dollari, che è comunque una cifra ancora molto inferiore alla spesa sostenuta dagli Stati Uniti.

I ministri della Difesa della NATO si sono incontrati ieri, 29 giugno, per discutere l’aumento del sostegno alle forze di sicurezza afghane. Stoltenberg ha inoltre riferito che la NATO è ora pienamente integrata nelle strutture di condivisione delle informazioni e di decisione della Coalizione Globale per sconfiggere ISIS. Al quartier generale della NATO, sarebbe operativa una nuova branca ibrida e una cellula di intelligence sul terrorismo e il vice segretario generale della NATO Rose Gottemoeller coordinerà gli sforzi anti-terrorismo dell’Alleanza.

Nel corso dell’incontro, il Segretario Generale avrebbe presentato ai ministri anche una relazione sullo stato di avanzamento della cooperazione NATO-UE. La NATO e l’UE starebbero intensificando la cooperazione su temi che vanno dalla resilienza alle minacce ibride. Durante la riunione, diversi alleati e partner della NATO si sarebbero impegnati ad aumentare il numero delle truppe in Afghanistan.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *