Giappone – Ennesima richiesta del governo di aumento della spesa militare -@Il Nodo di Gordio

Con l’aumento delle minacce da parte della Corea del Nord e le ripetute incursioni di navi cinesi nelle acque circostanti le isole Senkaku, rivendicate dal Giappone, il governo del primo ministro Shinzo Abe starebbe richiedendo un aumento della spesa per le forze armate giapponesi. La richiesta permetterebbe di sviluppare nuovi missili anti-balistici e dispiegare le truppe sulle isole meridionali più vicine alla catena in disputa con la Cina.

La proposta di bilancio di 5,17 trilioni di yen, pari a 50,2 miliardi di dollari, presentata formalmente il 31 agosto 2016, se approvata, sarebbe il quinto incremento annuo delle spese militari del paese. Si tratta di un aumento del 2,3 per cento rispetto allo scorso anno. Alla fine di dicembre, dello scorso anno, il gabinetto del Primo Ministro giapponese aveva approvato uno stanziamento record di 41.4 miliardi di dollari per il bilancio della difesa.

La richiesta includerebbe proposte per lo sviluppo e potenzialmente l’acquisto di nuovi missili anti-balistici che possono essere lanciati sia da navi che da terra, e per aggiornare ed estendere il range degli attuali sistemi di difesa missilistica terrestri del paese, un’espansione significativa della capacità di difesa missilistica del Giappone.

Nel budget sarebbero compresi anche l’acquisizione di un ulteriore sottomarino, nuovi aerei da combattimento, e lo schieramento di 1.300 soldati della forza di autodifesa militare giapponese, nelle isole meridionali di Kagoshima e Okinawa, vicine alle Senkaku. Lo scopo dello spostamento di truppe sarebbe quello di scoraggiare i cinesi dall’avvicinarsi alla catena di isole, rivendicate anche da Pechino. Il Ministero della Difesa giapponese, il 31 gennaio scorso, aveva fatto sapere che aveva raddoppiato il numero dei jet da combattimento F-15 dispiegati sull’isola meridionale di Okinawa.

The Japan Times ha riportato che il Ministero ha richiesto più di 100 miliardi di yen per contrastare la migliorata capacità missilistica della Corea del Nord con il rafforzamento delle capacità di intercettazione dei missili Patriot Advanced Capability (PAC-3). Il Ministero ha anche chiesto 14,7 miliardi di yen per l’introduzione dello Standard Missile-3 Block IIA, che potrà intercettare i missili nello spazio esterno. 94 miliardi yen sarebbero dedicati all’acquisto dei caccia stealth Lockheed Martin F-35 Lightning II per rendere più sicura la supremazia aerea del Giappone in caso di crisi.

Continua la lettura dell’articolo Elvio Rotondo, Country Analyst del Nodo di Gordio –>Giappone – Ennesima richiesta del governo di aumento della spesa militare – http://www.nododigordio.org/breaking-news/giappone-ennesima-richiesta-del-governo-di-aumento-della-spesa-militare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *