Consiglio NATO – Russia a Bruxelles

Si è svolto a Bruxelles, il 13 luglio scorso, il Consiglio NATO – Russia. Durante la conferenza stampa, il Segretario Generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha sottolineato il valore del dialogo politico. “Oggi abbiamo avuto discussioni molto utili. Abbiamo affrontato alcune delle questioni più importanti all’ordine del giorno sulla sicurezza euro-atlantica. Questo dimostra il valore del Consiglio NATO-Russia”.

Il Consiglio NATO-Russia è stato il secondo dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014 ed è arrivato solo pochi giorni dopo il vertice della Nato di Varsavia. Il sito della NATO riporta che il Consiglio NATO-Russia ha discusso della crisi in Ucraina e della necessità di attuare pienamente gli accordi Minsk. Gli Alleati della NATO hanno chiarito che si trovano uniti nel sostenere la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina. “Tutti i firmatari degli accordi di Minsk devono rispettare i loro impegni, e la Russia ha una responsabilità significativa in questo senso”, ha detto Stoltenberg, sottolineando che le azioni della Russia in Ucraina hanno minato la sicurezza euro-atlantica, così come le relazioni NATO-Russia. Ha inoltre aggiunto che una soluzione del conflitto in Ucraina orientale con mezzi pacifici contribuirebbe a un miglioramento complessivo delle relazioni tra NATO e Russia.

Sono stati oggetto di discussione anche la trasparenza e la riduzione del rischio. La NATO ha informato la Russia sulle decisioni del vertice di Varsavia, e la Russia ha informato gli alleati della NATO sulle loro analisi e le misure che stanno adottando. Durante l’incontro con gli ambasciatori della NATO, i diplomatici russi hanno offerto un nuovo piano per migliorare la sicurezza sui cieli dei Paesi Baltici, un piccolo ma significativo passo per allentare le tensioni tra la build-up di truppe su entrambi i lati del confine NATO-Russia.

Nella proposta si legge che gli aerei russi e quelli della NATO dovranno volare sopra il Mar Baltico con i transponder accesi, un passo che aiuterebbe ad evitare incidenti e consentirebbe alle autorità dell’aviazione civile di monitorare i voli.

Gli alleati della NATO si sono lamentati che aerei da guerra russi volano regolarmente nella regione, senza la possibilità di essere monitorati da aerei civili. E’ stata discussa anche la situazione della sicurezza in Afghanistan. Stoltenberg ha evidenziato le decisioni della NATO al Vertice di Varsavia – per sostenere la presenza militare dell’Alleanza in Afghanistan oltre il 2016 con i livelli di truppe attuali e di continuare il finanziamento per le forze di sicurezza afghane fino al 2020. Il Segretario generale della NATO ha sottolineato che il Consiglio NATO-Russia rimane un importante forum per il dialogo.

Elvio Rotondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *